Cara Signora Giannini, sono una studentessa italiana. I miei professori quest’anno a scuola mi hanno spiegato come è nato lo Stato moderno, mi hanno insegnato su quali presupposti si basa il Paese in cui vivo.

In particolare il mio professore di storia e filosofia mi ha ripetuto fino allo sfinimento un concetto fondamentale: la democrazia si misura sulla tutela che si fa delle minoranze. È un bel concetto, fa immaginare uno Stato accogliente, pronto ad ascoltare la voce di più deboli e a proteggerli.

Tutto ciò mi veniva spiegato approssimativamente a Febbraio. Qualche mese dopo, precisamente il 29 Luglio, lo Stato in cui vivo ha tradito sé stesso, dimostrandomi che in realtà le minoranze non vengono minimamente tutelate. Ciò a cui mi riferisco é ovviamente la situazione dei docenti coinvolti nella mobilità straordinaria di quest'anno.

... Continua la lettura